Monzone ha onorato i suoi caduti

Celebrazione del IV Novembre

La celebrazione del IV Novembre con Il sindaco Gianluigi Giannetti con i giovani studenti delle scuole primarie e medie di Monzone
La celebrazione del IV Novembre con Il sindaco Gianluigi Giannetti con i giovani studenti delle scuole primarie e medie di Monzone

Il 4 novembre, organizzata dall’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, si è svolta a Monzone la commemorazione di questa importante ricorrenza, che celebra le Forze Armate e l’Unità d’Italia, ma soprattutto la fine della Prima Guerra Mondiale. L’alunno Pietro delle Scuole Medie ha letto il testo dell’annuncio del Comando Supremo di 101 anni fa, che, fuso nel bronzo delle artiglierie catturate al nemico, è esposto in tutte le caserme d’Italia, con le parole “è finita” sempre lucide. Pesante fu il bilancio delle vittime del Comune di Fivizzano, 287, di cui 16 di Monzone. Per ricordarle, nel viale che porta alle scuole, furono piantati altrettanti lecci, ora ridotti a pochi. Da due anni la cerimonia coinvolge tutti gli alunni delle scuole del paese, compresi i bambini della Scuola dell’Infanzia, ognuno dei quali sventolava un tricolore davanti al monumento ai Caduti. La commemorazione era iniziata con la deposizione di una corona d’alloro portata da due alunni, Alex e Daniele, accompagnati dal sindaco Gianluigi Giannetti, che, nel suo intervento, ha sottolineato il valore della memoria, come viatico all’educazione alla convivenza civile, che i ragazzi devono maturare a partire dai loro comportamenti basati sul rispetto e sull’aiuto reciproci. Gli alunni delle Medie, quindi, hanno letto tutti insieme la preghiera per i Caduti e Dispersi in Guerra, mentre gli scolari delle Elementari hanno intonato, in chiusura, l’inno nazionale, dopo la benedizione impartita da don Guido Ceci. Alla celebrazione erano presenti, oltre al labaro del Comune, quelli dell’ANMIL, degli Alpini, della Pubblica Assistenza, dell’Associazione delle Famiglie dei Caduti, ed alcuni abitanti di Monzone.

Andreino Fabiani

Condividi