Bagnone: il cuore grande delle “Donne di Luna”

Tra le tante iniziative messe in campo dall’associazione presieduta da Giusi Maggioni c’è quella di realizzare una mini clinica per partorienti in Congo

Alcune delle componenti dell'associazione "Donne di Luna"
Alcune delle componenti dell’associazione “Donne di Luna”

L’Associazione “Donne di Luna” Onlus è una meravigliosa realtà “in rosa”della Lunigiana, con l’obiettivo primario di aiutare le persone in difficoltà, nel contempo, custodire e tramandare le tradizioni di un territorio ricco di storia, di folclore, di bellezze paesaggistiche come il nostro. L’Associazione, nata nel 2007, per la determinazione di un gruppetto di donne bagnonesi, ha percorso da allora una lunga strada costellata di eventi, di importanti manifestazioni, di salutari momenti di aggregazione impreziositi dalla concreta solidarietà. Attualmente le associate superano il centinaio. Tutte le decisioni passano al vaglio del Comitato direttivo formato da dieci donne, più la presidente Giusi Maggioni, al timone dal 2015, con passione e solida competenza, come le colleghe che l’hanno preceduta. Il ventaglio di iniziative: mostre, viaggi, cene, mercatini… permette di raccogliere fondi interamente devoluti a scopo benefico. Le dinamiche donne stanno portando avanti un Progetto significativo ed impegnativo che prevede, in un lontano villaggio del Congo, la costruzione di una mini clinica per partorienti su proposta di Padre Jacques e di suor Graziana del Lieto Messaggio di Pontremoli. Missionari che danno voce ed aiuto a tanti nostri “piccoli” fratelli che, ancor prima della carità, dovrebbero ricevere giustizia. La somma raccolta si avvicina a 12 mila euro (ne servirebbero 15 mila), per cui, nel corrente anno, la presidente Maggioni spera di raggiungere il target iniziale al fine di completare l’iter e dedicarsi, poi, ad altre necessità più vicine a noi. L’Associazione è parte integrante della collettività e non perde occasione di sensibilizzare i giovani sul valore del dono, per un mondo più umano, quindi, migliore. Proficua la collaborazione con le Istituzioni e le Associazioni di volontariato locali, nella consapevolezza che insieme si può dare e fare di più. Per quanto concerne il bilancio, sempre trasparente e consultabile, basta andare sul loro sito. Anche i “maschietti” possono divenire soci tramite acquisto tessera di euro 10. Un ulteriore contributo a vantaggio della solidarietà che ha, come sappiamo, grandi, colorate ali… Il sindaco di Bagnone, Carletto Marconi, come quelli precedenti, mai fa mancare l’appoggio dell’Amministrazione sottolineando, sempre, la ricchezza del volontariato. Di cui siamo fieri e che ringraziamo sentitamente. Ivana Fornesi

Condividi