Fivizzano: al via la campagna elettorale a colpi di “civismo”

Le quattro liste si sono messe in moto per presentare programmi e candidati

Piazza medicea a Fivizzano
Piazza medicea a Fivizzano

Non stanno perdendo tempo i componenti delle 4 liste elettorali nel battere il territorio comunale in lungo e in largo, per farsi conoscere e per promuovere il proprio programma. Ha aperto le danze Alessandro Domenichelli, che ha presentato il suo progetto ed i suoi candidati giovedì 2 maggio nel Museo di San Giovanni degli Agostiniani di Fivizzano. Domenica 5 è stata la volta di Mirco Moscatelli nella stessa artistica sala, che ospita anche le sedute del Consiglio Comunale e che sta diventando quasi la “pietra di paragone” del gradimento e della condivisione delle varie proposte amministrative in base al suo più o meno vasto affollamento, al numero e all’intensità degli applausi, all’attenzione con cui vengono seguiti i momenti del “cerimoniale”, ovviamente incentrato sull’intervento del candidato a Sindaco. è stato cosi per Domenichelli e per Moscatelli, ma anche per Gianluigi Giannetti, che nel Museo ha riunito i suoi della lista ed i suoi simpatizzanti lunedì 6 maggio. Una considerazione può accomunare tutte le serate, l’ampia partecipazione di cittadini, a dimostrazione che la competizione suscita interesse e che si sta “scaldando”. Al momento manca all’appello solo la riunione della lista di Michele Novelli. Ma la vera campagna elettorale, oltre al tradizionale “porta a porta”, si sta combattendo su facebook, con un continuo bombardamento di fotografie, di proposte, di curricula dei candidati, a rischio di disorientare gli elettori suII’identificazione della loro lista di appartenenza. “Quel candidato è della lista di ….o di…..”, si sente chiedere. Un tempo era più semplice individuare i diversi raggruppamenti e l’idea politica che li ispirava, essendo contraddistinti da simboli ben precisi: Io scudo crociato, la falce e il martello, l’edera,…

Il candidato Alessandro Domenichelli
Il candidato Alessandro Domenichelli
Il candidato Mirko Moscatelli
Il candidato Mirko Moscatelli
Il consigliere fivizzanese Giuliano Novelli
Il candidato Giuliano Novelli
Gian Luigi Giannetti il candidato del centrosinistra
Il candidato Gian Luigi Giannetti

 

 

 

 

 

 

Oggi si proclamano tutte, almeno a Fivizzano, liste civiche, a voler rimarcare che si sono tolte di dosso le casacche politiche, per spendersi e contribuire al bene comune al di là delle sensibilità ideologiche. Siccome, però, capita che le liste civiche siano più di una, vuol dire che ci sono differenti idee su come interpretare il bene comune, che, quindi, non ha una sola faccia, e che, per questo, dovrebbe nascere da un confronto- scontro e da mediazione su posizioni diverse. A ben vedere, per le amministrative di Fivizzano, non si potrebbe neppure sostenere questa tesi, essendo le linee programmatiche degli schieramenti in campo assai simili nel preannunciare impegno su viabilità, sanità, scuola, turismo, Si dovrebbe assistere, pertanto, a…. votazioni all’unanimità nel prossimo consiglio comunale, chiunque vinca. Non sarà: cosi, perché difficilmente si reprimerà la retorica del metodo, delle priorità, della distinzione ad ogni costo, anche per una virgola, quando non prevarranno lo spirito di rivalsa o la ripicca, il personalismo. è questa la spiegazione più; accreditata del fallimento del tentativi di dialogo andati a vuoto per mettere insieme: persone pur deila stessa area. Tanti giovani distribuiti nelle varie liste tuttavia, fanno sperare in un cambiamento di rotta. Dispiace anche, pur capendola, la diffidenza verso le liste politiche, sostenute anche visivamente dai partiti e dai loro simboli, che avrebbero potuto rappresentare momenti di chiarezza rispetto alle ” liste minestrone”, con presenze o sostegni di ogni provenienza, più o meno mascherati da aggettivo “civico”.

Andreino Fabiani

Condividi