Dall’Anas la promessa “presto i lavori alla Cisa”

Incontro tra il sindaco di Aulla Roberto Valettini ed il dirigente Anas Damiano Banchise. L’assicurazione che a breve sarà risolto il problema alle Lame di Stadano. Il sindaco ha poi presentato un progetto per realizzare tre rotonde in città

Il sindaco Valettini e l’ingegnere Manchise
Il sindaco Valettini e l’ingegnere Manchise

Della difficoltà della situazione della viabilità in Lunigiana, specie nei collegamenti con la zona di Costa (sia essa nello spezzino che all’interno della nostra Provincia), abbiamo scritto spesso e lo abbiamo sottolineato anche nello scorso numero del nostro settimanale, mettendo accanto all’aumento del pedaggio della già cara Autostrada della Cisa, le problematicità che attanagliano la Statale 62 della Cisa, pensando in particolare al senso unico alternato regolato da un semaforo alle Lame di Stadano. Un’opera attesa da 10 mesi con i lavori di consolidamento necessari a fermare l’erosione del Magra che non sono stati nemmeno appaltati e le code che si creano negli orari di punta rendondo la marcia esasperante. In quest’ottica delle notizie, parzialmente rassicuranti sembrano provenire al termine dal sopralluogo che il sindaco di Aulla, Roberto Valettini ha compiuto lunedì mattina in alcune delle aree dove la viabilità è maggiormente complicata, assieme al dirigente Anas, l’ingegnere Damiano Manchise.

Un momento del sopralluogo Anas
Un momento del sopralluogo Anas

Assieme a loro c’era la presenza della senatrice della Lega Stefania Pucciarelli, come interlocutrice diretta con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Inevitabilmente il primo punto messo sul piatto del bilancia è stata proprio la questione del tratto della Cisa alle Lame di Stadano con il sindaco che ha evidenziato come l’intervento di messa in sicurezza sia stato richiesto ad aprile 2018 e garantito ad agosto dello stesso anno e che, ad oggi, non è stato realizzato. Su questo punto, il responsabile Anas ha assicurato che saranno a breve terminate tutte le formalità e sarà fatto il sopralluogo conclusivo il che permetterà di dare il via alla progettazione e alla conseguente risoluzione del senso unico alternato.

Il controllo della situazione al ponte del Brunetto
Il controllo della situazione al ponte del Brunetto

Il sindaco ha poi presentato al dirigente Anas il progetto per realizzare tre rotatorie in modo da sgravare di traffico il centro cittadino: la prima al Cuccolone sotto la fortezza della Brunella, con una nuova strada che proseguirà sotto via Rimembranza, per poi giungere ad una seconda rotatoria di fronte alla sede della Cgil su via Nazionale; la terza rotatoria, invece, dovrebbe essere realizzata al posto del dismesso passaggio a livello ferroviario. Un modo per creare una via diretta per raggiungere l’autostrada dalla zona industriale, andando così a deviare il passaggio dei mezzi pesanti dalla città e il traffico proveniente da Cisa, Cerreto e Lagastrello senza ingolfare il centro. “Di certo, e lo voglio sottolineare – evidenzia Valettini -, non faccio isole pedonali, ma voglio alleggerire il traffico che pesa sul centro cittadino e su via Nazionale”. All’ingegnere Manchise è stata poi evidenziata la situazione del ponte del Brunetto, che secondo i rilievi effettuati dai tecnici comunali presenterebbe un lieve avvallamento. I dirigenti Anas hanno tranquillizzato l’amministrazione facendo presente che i sopralluoghi vengono effettuati trimestralmente e che il ponte sarà soggetto a una manutenzione ordinaria in quanto non sussistono problematiche serie. Infine, Anas ha comunicato che in estate è previsto un importante lavoro di ripristino della pavimentazione della Statale 665 Massese (che collega Parma ad Aulla tramite il passo del Lagastrello), futura Aullese, che da anni necessitava opere di ristrutturazione in quanto in deficit manutentivo importante. (r.s.)

Share This Post