Verso il completamento la scuola dell’infanzia di Villafranca

Il nuovo edificio sarà pronto per il prossimo anno scolastico

trasporto-scolasticoAffermare con convinzione che la Scuola deve essere, anche dal punto di vista dell’edilizia, un ambiente sano e sicuro significa mettere in primo piano le esigenze dei primi fruitori: gli scolari. Gli investimenti finanziari da parte degli enti preposti, che hanno responsabilità nel settore, favoriscono la qualità dello stare nelle aule con quella necessaria accortezza dovuta ad ogni contesto abitato da persone e finalizzato alla formazione. “Conoscere una tale priorità – afferma il sindaco di Villafranca, Filippo Bellesi – significa anche condividere preoccupazioni, attese e speranze di quanti hanno a cuore la crescita armonica dei giovanissimi. Pertanto le premure, per la costruzione di edifici a norma, si fanno contesto vitale ed esperienza ad alto gradiente di umanità per gli alunni”. A tale proposito, il primo cittadino spiega che “la vecchia Scuola Materna, situata in zona Tra La Ca’, presentava i segni del tempo che passa e niente e nessuno risparmia”. Per questo motivo rimetterla in sicurezza avrebbe comportato una spesa enorme, e alla fine degli interventi si sarebbe comunque avuto un edificio datato; “abbiamo quindi pensato di impegnarci per dare alla collettività una struttura con tutti i crismi richiesti dalle leggi attuali”. I lavori, già ben avviati, proseguono senza intoppi pertanto si è prossimi al completamento di un polo scolastico all’avanguardia, già a partire dall’anno scolastico 2019–2020. Le opere per la realizzazione della nuova Scuola dell’Infanzia villafranchese erano iniziati nell’estate del 2016, con una spesa prevista di circa due milioni di euro sostenuta dalla Regione Toscana. I bimbi, ad oggi circa un centinaio, avranno così i loro spazi, appositamente studiati per sostenere e sviluppare creatività e manualità, obiettivi indispensabili in una fascia d’età tanto delicata. Il progettista e direttore dei lavori, architetto Fabrizio Boni, spiega come sarà il nuovo edificio, sorto accanto alla Scuola Primaria e Secondaria di I grado, nei pressi del complesso “Villasport”. “Occupa mille metri quadrati, divisi su due piani. – dice Boni – Presenta aule luminose e spaziose, laboratori, area giochi esterna ed un prato. L’ingresso pedonale sarà in comune con quello degli altri due plessi, mentre quello dei pulmini sarà laterale, onde evitare che gli stessi transitino davanti all’ingresso principale, al fine di garantire maggior sicurezza”. La nuova costruzione presenterà diverse caratteristiche finalizzate al comfort e al risparmio energetico: muri performanti, riscaldamento a pavimento, fotovoltaico, facciata ventilata e massima sicurezza sismica. All’interno funzionerà la mensa con una cucina modernissima a vantaggio di cibi idonei all’alimentazione dei bimbi. Si attendono le prescrizioni dei Vigili del Fuoco, poi la dovuta approvazione della Commissione preposta. Ad eseguire i lavori, la Ditta “Edilgioia” di Reggio Emilia. Un nome e un auspicio affinché la scuola, pur fra difficoltà e problemi, permanga una realtà ricca di energie, capace di concorrere all’educazione e all’integrazione sociale dei nostri ragazzi. In ambienti atti al loro benessere psicofisico.

Ivana Fornesi

Pullman troppo carichi, Bellesi chiede pronti interventi

Allarme trasporti scolastici, specie per il troppo carico che alcuni mezzi adibiti al servizio debbono sopportare con il rischio di creare un pericoloso sovvracarico. A far sentire la sua voce è il sindaco Bellesi che ha informato i dirigenti della Compagnia Toscana Trasporti di Massa evidenziando le gravi problematiche. “è indispensabile – ha affermato il primo cittadino – potenziare i servizi per garantire la sicurezza e rispettare gli orari evitando di prolungare il tempo fuori casa dei ragazzi”. C’è anche chi ha proposto di incaricare le Forze dell’ordine di controllare i bus troppo carichi e di verificare il corretto funzionamento delle rampe che permettono l’accesso agli alunni disabili. i.f.

Condividi