L’omaggio della Musica cittadina di Pontremoli alla Repubblica

Applaudito concerto in onore della Festa del 2 giugno

Nella foto di Walter Massari un momento del concerto della Musica Cittadina
Nella foto di Walter Massari un momento del concerto della Musica Cittadina

Tradizionale l’appuntamento così come tradizionale la bravura dimostrata dalla Musica cittadina di Pontremoli nel concerto del 2 giugno in occasione della Festa della Repubblica, vera e propria apertura della stagione estiva. La piazzetta del Comune non è riuscita a contenere tutti gli appassionati disposti a trascorrere un paio d’ore in ascolto dei brani selezionati dal maestro Riccardo Madoni; molte persone hanno dovuto sostare in piedi nel passaggio che unisce questa piazza a quella della Repubblica. Tutti, però, hanno seguito con attenzione l’esibizione, dimostrando l’apprezzamento con applausi scroscianti e, al termine, molto prolungati. Il presidente Elio Poli ha espresso la sua soddisfazione la bella risposta della popolazione e il sindaco Lucia Baracchini ha ringraziato i musicanti per il prezioso servizio fornito alla città. Molto ampio il repertorio, presentato da Gianni Beschizza e compreso tra l’Inno di Mameli e la marcia “Pontremoli”. Molto consistente l’omaggio alla Grande Guerra e ai corpi dello Stato con le marce dei Carabinieri, della Finanza e della Marina, l’Inno degli Alpini e Echi di trincea. Poi il classico Beethoven con l’Allegretto dalla VII sinfonia e brani contemporanei come “You raise me up” di Graham, “Halleluja” di Cohen, “River flows in you” di Jiruma (solista Cristina Mioso al piano), “Canzone di Francesco” di Doss. Particolarmente apprezzato il fatto che, per una volta, il Campanone abbia desistito dal fare concorrenza alla Banda con la sua “voce da cannone”. a.r.

Condividi

Scrivi un commento