Ambiente, lavori dopo-alluvione e scuole al centro dei programmi ad Aulla

Il voto ormai vicino mette fine alle polemiche della campagna elettorale

Ultimi giorni di campagna elettorale anche per Aulla, che si prepara al voto dopo che la propaganda si è concentrata quasi esclusivamente sulle diatribe tra i candidati, con reciproche accuse su come si sono gestiti (o si è mancato di gestire) i “temi caldi” della città a partire dalle piscine di Quercia, i rapporti con la ditta di smaltimento rifiuti Costa o il recupero dell’area ex Cjmeco. Altro tema che sta monopolizzando il dibattito elettorale è il rapporto con l’ex sindaco Lucio Barani: ogni lista se ne dichiara estranea, accusando gli altri candidati di essere “baranizzati”. E certo fa sorridere il pensare che quello che è stato il “deus ex machina” della vita politica aullese per oltre un ventennio sia ora evitato con cura. In realtà potrebbe essere solo un gioco delle parti, mentre i potenziali voti del senatore potrebbero essere molto graditi e corteggiati. Poco spazio è restato quindi per l’esposizione dei rispettivi programmi che sono rimasti nelle pieghe delle polemiche, ma proviamo comunque ad entrare nel vivo delle idee e delle proposte.

Silvia Magnani
Silvia Magnani

Partendo dalla sindaca “dimissionata”, ovvero Silvia Magnani, ricandidatasi per la lista civica “Avanti insieme per Aulla”. Il punto primario della Magnani è quello di ripartire “da dove siamo rimasti, per poter rimediare alla paralisi che la città da settembre (data della caduta della sua amministrazione) ha subito, a progetti importanti già avviati e finanziati che sono stati bloccati”. Tante le questioni aperte del territorio: dai lavori post-alluvione che necessitano di un’accelerazione, alle piscine ancora chiuse (e abbandonate) nonostante i lavori siano stati affidati già la scorsa estate o all’esigenza di ricreare spazi di vita sociale e culturale. Si pensa ad estendere il servizio ‘porta a porta’ anche alle località più piccole e poi ancora c’è l’idea di realizzare ogni anno una piazza e un parco nuovo. Aperta l’ipotesi di avviare la procedura di uscita dall’Unione di Comuni.

Roberta Semeria
Roberta Semeria

Idea, quest’ultima, condivisa anche da Roberta Semeria di “Aulla domani” (lista di chiara ispirazione di centrodestra), che anzi assicura che sarà una delle prime azioni che l’amministrazione farà nei suoi primi nei primi cento giorni di mandato. Altri punti chiave: incentivare la Regione ad accelerare la costruzione del polo scolastico della Scuola Media, iniziare i lavori del teatrino presso il Palazzo Centurione, riportare gli autobus ATC Liguria ad Aulla, conciliando il collegamento con la stazione ferroviaria. Sbloccare la gara per rendere operative le piscine di Quercia.

 

Walter Moretti
Walter Moretti

Parte chiaramente dalla volontà di “chiudere gli impianti della ditta Costa due minuti subito dopo la mia elezione” il programma di Walter Moretti della lista “I no Costa per Aulla che cambia”. Un programma decisamente “aggressivo” quello di Moretti che vuole vendere la statua di Craxi e con il ricavato tappare i buchi nelle strade. Al di là delle boutade, tra le priorità il candidato indica la necessità di togliere i bambini che frequentano le medie dai container, controllare tutte le aziende insalubri presenti sul territorio comunale, chiudendo quelle che non sono in regola, e riattivare le piscine di Quercia.

Maria Grazia Lombardi
Maria Grazia Lombardi

Di taglio ambientalista anche il programma della lista civica “Idee in Comune”, con Maria Grazia Lombardi che evidenzia che “Costa e Cjmeco sono aziende figlie della stessa visione basata sul business dei rifiuti alle spalle della salute dei cittadini”. Per il rilancio della città c’è bisogno della ricostruzione post alluvione “che in alcuni aspetti è ancora ai blocchi di partenza”. E poi un’azione di rilancio del turismo e dello sviluppo sostenibile, anche attraverso il recupero delle aree dismesse della vecchia ferrovia e del centro sportivo di Quercia, il completamento della pista ciclabile in sinergia e l’adeguamento sismico dei borghi e delle residenze storiche sulla Via Francigena.

Roberto Valettini
Roberto Valettini

Per quanto riguarda Roberto Vallettini, candidato di “Aulla nel cuore” (espressione del Pd aullese), le priorità saranno “l’ambiente, pensando ad Albiano, Pallerone e Quercia, la sicurezza, la rielaborazione urbanistica, la viabilità, la riqualificazione della città e la programmazione di eventi che portino gente ad Aulla e ne facciano un centro commerciale naturale per recuperare quella centralità che non ha più”. Evidenziando come ci sia la necessità di ripartire da zero, focalizzando l’attenzione sulle piccole cose, dalla cura del manto stradale e dei cimiteri all’illuminazione.

 

Il consigliere fivizzanese Giuliano Novelli
Giuliano Novelli

Ultimo candidato in lista Giuliano Novelli della “Lega Nord”, che sottolinea i tre punti cardine del suo programma: sicurezza, decoro e rispetto per i cittadini. Quindi interventi sulla pulizia per le strade della cittadina, far funzionare la raccolta differenziata e far sì che non esistano più abbandoni sul territorio e un’attenta revisione dei dipendenti comunali: più agenti per la Polizia Urbana e meno impiegati. (r.s.)

 

Condividi

Scrivi un commento