Dalla Germania un assegno per il monumento che ricorda l’eccidio di San Terenzo

Le lapidi che ricordano le vittime delle stragi di Valla in San Terenzo Monti nella valle del Bardine a Fivizzano
Le lapidi che ricordano le vittime delle stragi di Valla in San Terenzo Monti nella valle del Bardine a Fivizzano

Il consigliere comunale di Engelsbrand, Joachim Gaag, è venuto recentemente a Fivizzano, in compagnia della moglie, per consegnare al sindaco Paolo Grassi un assegno da destinare al restauro del monumento che, nel cimitero di San Terenzo, contiene le ossa delle vittime dell’eccidio del 19 agosto 1944. È stato un gesto personale che ha un alto valore simbolico di riparazione e di amicizia e si aggiunge alla precedente visita ai luoghi delle stragi di una delegazione capeggiata dal sindaco della stessa città tedesca, Bastian Rosenau, che aveva concesso una benemerenza, poi ritirata, ad un suo concittadino, della cui appartenenza al 16° Battaglione della Divisione SS Reichfuerhers di Walter Reder – responsabile degli eccidi di San Terenzo, Vinca e Marzabotto – si era dichiarato all’oscuro. Gaag, appartenente al gruppo della CDU, ha promesso che sarà presente anche alle commemorazioni di agosto. (A.F.)

Condividi

Scrivi un commento