Ancora in attesa della sistemazione della scuola di Serricciolo

Il comitato dei genitori scrive al Comune di Aulla per chiedere garanzie sui tempi dei lavori

La sistemazione della scuola di Serricciolo rientra nell’Accordo di programma tra il Comune di Aulla e la Regione Toscana. Questo accordo, siglato poco tempo fa, è un atto formale con il quale la Regione si impegna a reperire e a corrispondere le risorse indispensabili alla definizione di situazioni ancora aperte. Ma i lavori alla scuola procedono a rilento e i bambini sono ancora ospiti nel plesso di Aulla capoluogo. I genitori, riuniti in un comitato, hanno scritto all’amministrazione per chiedere tempi certi. Il Comitato genitori si era costituito nel gennaio 2020, per monitorare i lavori di adeguamento sismico della scuola primaria di Serricciolo, iniziati da due anni e non ancora conclusi. “Strutturalmente l’edificio sarebbe ultimato – si legge nella lettera -, ma restano ancora da completare i lavori di installazione degli infissi, la pavimentazione, gli impianti elettrici e di riscaldamento, per rendere agibile l’intero plesso e per queste opere al momento non ci sarebbero i soldi. Dati i tempi necessari per concretizzare queste proposte e la fase attuativa, è evidente che la scuola non sarà aperta con l’inizio del prossimo anno scolastico”. I lavori a Serricciolo erano cominciati nell’ottobre del 2019, i genitori erano preoccupati per lo spostamento della scuola ad Aulla, ma avevano ricevuto rassicurazioni di una rapida riapertura. Gli interventi sono molti e riguardano l’adeguamento della scuola alle nuove normative con consolidamento delle fondazioni, dei subtravi e pilastri, dei muri perimetrali, ma anche il rinnovo di impianti, infissi e i servizi.

Il Comitato, pur comprendendo le difficoltà legate alla tempistica, evidenzia ulteriori disagi. “Con l’inizio del prossimo anno scolastico – si legge ancora -, gli studenti della primaria di Serricciolo saranno ulteriormente disagiati, in quanto la locale scuola media avrà bisogno di ulteriori aule che saranno tolte a quelle attualmente concesse al loro uso. Nel frattempo le iscrizioni che consentivano la formazione della futura classe prima non sono state sufficienti. Ulteriore disagio è relativo agli orari di entrata e di uscita, legati ai trasporti che gli studenti si trovano ad affrontare, il tutto con gravi ripercussioni sugli orari delle lezioni didattiche, che per l’anno 2021/2022 dovranno essere recuperate con la frequenza anche nella giornata del sabato, ampliando quindi il servizio di trasporto degli autobus. Noi continueremo a monitorare i lavori, ci auguriamo che l’amministrazione si attivi e dia notizia di come prosegue l’andamento dei lavori”. Se i lavori di adeguamento rientrano nell’Accordo di programma, si spera che la regione intervenga. Il piano, siglato da regione e comune, elenca le emergenze irrisolte ad Aulla, tra cui la messa in sicurezza di Quartiere Gobetti e di Quartiere Matteotti, delle scuole di Albiano Magra e Serricciolo, il recupero e il riallestimento del salone polifunzionale sotto palazzo comunale, completamente distrutto dall’alluvione del 2011, attualmente in condizioni di degrado. è stata l’amministrazione stessa a individuare quelle opere atte a ‘ricucire’ il suo patrimonio infrastrutturale, culturale e sociale, che siano anche funzionali alla messa in sicurezza di porzioni della città.

(Monica Leoncini)