La propaganda fascista alla vigilia del confllitto

“Il coscritto Fausto Coppi”: così, il 10 giugno 1940,  la Gazzetta dello Sport definiva il Campionissimo che il giorno precedente aveva vinto il suo primo Giro Quando lunedì 10 giugno 1940 un’Italia in grande maggioranza fascista attendeva “l’ora delle decisioni irrevocabili”, da giorni nei bar e nelle barberie di tutto il Regno non si parlava…



Questo articolo è visibile solo per gli utenti iscritti.
>> Iscriviti gratuitamente per continuare la lettura <<

Condividi