Tra devozione e cultura Pulica ha festeggiato San Giovanni Battista

Celebrazioni religiose e una serata dedicata alle “maestà” presenti nel paese frazione di Fosdinovo. Caterina Rapetti ha illustrato storia e significato delle numerose immagini devozionali presenti che coprono quasi sei secoli, dal 1460 ai giorni nostri

27Pulica_maestàPulica di Fosdinovo ha dedicato al suo patrono, San Giovanni Battista, un fine settimana ricco di festeggiamenti e riflessioni. Sabato 22 giugno, nella chiesa parrocchiale, la studiosa dell’arte e delle tradizioni lunigianesi, Caterina Rapetti, ha svolto un’interessante conferenza sulle tante Maestà presenti nel borgo, ripercorrendo la loro storia artistica e spirituale e il senso della loro collocazione.
27Pulica_maestà1Nelle sue immagini devozionali collocate lungo le strade del borgo, negli antichi percorsi e sulle abitazioni, Pulica conserva quasi sei secoli di storia, con immagini che vanno dal 1460 ai giorni nostri. Una devozione antica, radicata e che continua, che vede l’immagine più diffusa essere quella della Vergine Maria, raffigurata sotto i vari titoli (Madonna del Rosario, di Montenero, del Carmine ecc) e poi quelle di Sant’Antonio (da Padova e Abate), Gesù Cristo e San Giovanni Battista, titolare della Parrocchia.
27Pulica_processioneUna piccola Cappella dedicata alla Madonna accoglie quanti arrivano nella bella frazione non lontana da Fosdinovo: all’esterno del paese, in località Foce, quasi indicare la corretta via è collocata un’immagine devozionale in un luogo che poteva essere utilizzato quale riparo lungo la strada. Lo stesso avviene per la Maestà della Tabarra, che indica il bivio dove la strada si biforca: da una parte in direzione del bosco e dall’altra all’interno del paese.
27Pulica_processione1Di particolare significato è la Cappella dedicata ai Santi Rocco e Sebastiano, posti ai lati della Madonna col Bambino: come ricorda una grande targa, venne restaurata sul finire dell’Ottocento grazie al denaro inviato da un gruppo di uomini di Pulica emigrati negli Stati Uniti. Il percorso all’interno del borgo propone poi statue, dipinti e – soprattutto – bassorilievi, situati solitamente sopra le porte delle case.
La serata si è conclusa con piacevoli momenti conviviali che hanno allietato la gente del borgo presente in gran numero.
Il programma religioso, predisposto dal parroco don Giovanni Perini, ha visto, nel pomeriggio di domenica 23 giugno, la celebrazione della S. Messa solenne del Corpus Domini seguita dalla processione in onore di San Giovanni Battista lungo le vie di Pulica. Lunedì 24 giugno, alle 10, infine, è stata celebrata la S. Messa solenne in onore del santo patrono.

(Lucrezia Ribaudo)

Condividi