Il coro “Ana Monte Sillara” di Bagnone ha cantato sulla “Amerigo Vespucci”

Foto di gruppo del Coro A.N.A, Monte Sillara di Bagnone sulla nave "Amerigo Vespucci"
Foto di gruppo del Coro A.N.A, Monte Sillara di Bagnone sulla nave “Amerigo Vespucci”

Accolto dal comandante, capitano di vascello Stefano Costantino, il Coro “Ana Monte Sillara”, diretto del maestro Ivano Poli e guidato dal presidente Ivano Duri, sabato 4 maggio è stato ospite del veliero Amerigo Vespucci, gioiello storico della Marina Militare italiana, ormeggiato nell’Arsenale della Spezia. Con bravura e raccoglimento, i coristi hanno reso più solenne la S. Messa in suffragio dei marinai caduti in servizio sulla nave “Lupo”, celebrata da mons. Antonio Vigo, di recente nominato guida spirituale della Sezione “Alpi Apuane” di Carrara dell’Associazione Nazionale Alpini (A.N.A.). Nell’omelia non poteva mancare il riferimento al mare sulle cui onde, da sempre, milioni di uomini hanno raggiunto terre lontane ma che oggi, troppo spesso, diventa tomba per troppi fratelli meno fortunati. “Anche il canto ha concluso il celebrante, ha una grande funzione di aggregazione, e aiuta a superare le barriere nazionali e i colori delle bandiere”. I brani che hanno accompagnato i diversi momenti della celebrazione sono stati una corale preghiera di lode e di ringraziamento al Signore ed alla Mamma del cielo. I coristi, applauditi dai presenti, sono stati elogiati dall’Ammiraglio di Squadra, Valter Girardelli, Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Italiana, giunto da Roma per partecipare alla cerimonia. Accompagnavano il coro il vicepresidente della Sezione “Alpi Apuane”, Piergiorgio Belloni, con il labaro pluridecorato, il presidente del Gruppo A.N.A. di Bagnone, Sergio Grossi. Si è trattato di un’uscita prestigiosa per il Coro, che ha ricevuto molti apprezzamenti e ha gettato le basi per una sua futura presenza sulla Fregata Alpino, con la prospettiva di compiere una visita riservata della nave a contatto diretto con il personale in forza. i.f.

Condividi