A Casola, Consiglio comunale di fine mandato per Ballerini

Nella seduta del 10 aprile approvato il piano strutturale intercomunale

Il consiglio comunale di Casola
Il consiglio comunale di Casola

Il sindaco Riccardo Ballerini ha convocato il Consiglio comunale di Casola ad un’ora insolita – le 8,30 del mattino – dello scorso 10 aprile. All’ordine del giorno l’adozione del piano strutturale intercomunale nel quale è compreso anche il territorio di Casola. Il sindaco ha voluto sottolineare che nel piano sono tracciate le linee generali e strategiche riguardanti il territorio, in particolare tenendo conto delle criticità legate ad eventi sismici o al dissesto idrogeologico. Esprimendo la condivisione degli obiettivi del piano, il consigliere di minoranza Gianpiero Berti ha chiesto al sindaco se i singoli cittadini avrebbero potuto contare sulla disponibilità dell’ufficio tecnico per gli approfondimenti in merito ad eventuali problemi emergenti. In modo aggressivo, sbrigativo e inaspettato la consigliera di maggioranza Eleonora Bogazzi, peraltro assente, sicuramente giustificata, da parecchie sedute, interveniva apostrofando Berti come “obsoleto” perché non aveva provveduto ad informarsi sul sito dell’Unione di Comuni, cui faceva riferimento lo stesso ordine del giorno, anziché rivolgersi all’ufficio tecnico. Nel tentativo di abbassare i toni della sua consigliera, il sindaco ha cercato di spiegare nuovamente che si trattava di uno strumento urbanistico, impostato secondo i criteri della Regione Toscana, ed ha confermato che i dettagli sul territorio di Casola erano visibili e rintracciabili sul sito dell’ente sopra citato. Gianpiero Berti ha ringraziato per la precisazione, mostrando sorpresa e indifferenza per le parole della consigliera Bogazzi e tenendo a precisare che l’ufficio tecnico dovrebbe esser sempre e comunque a disposizione di tutti i cittadini per dare delucidazioni in merito, al di là della presenza di strumenti telematici. Ha inoltre ricordato gli incontri fatti in altri comuni per la presentazione e spiegazione del piano, invitando il sindaco a fare altrettanto per il territorio per rendere informata anche la popolazione di Casola, perché non si può pretendere che tutti siano in grado di comprendere e decifrare grafici, mappe e cartine geografiche. Quello del 10 aprile è stato l’ultimo o il penultimo Consiglio (vedi foto) di questa legislatura a guida Riccardo Ballerini. In vista delle amministrative, a Casola c’è chi si chiede da dove venga “l’accanimento amministrativo” del sindaco uscente, che sembra volersi ricandidare per la terza volta, dopo aver fatto l’assessore per cinque anni con Piergiorgio Belloni e il sindaco per altri dieci. Quali programmi innovativi riuscirà ancora a proporre di fronte al continuo e persistente degrado economico e occupazionale che ha colpito il territorio negli ultimi anni e di fronte a all’inarrestabile declino demografico? Corrado Leoni

Condividi