Pontremoli: tutti favorevoli ai lavori al Belmesseri e all’adesione al distretto della Valle di Apua

In consiglio comunale unanimità sui due punti in esame

La facciata della sede pontremolese dell'istituto Belmesseri
La facciata della sede pontremolese dell’istituto Belmesseri

Non abbiamo consultato gli archivi ma, a memoria, è da molto tempo che un consiglio comunale non aveva una così breve durata – circa una mezz’oretta – ma soprattutto non si concludeva con voto unanime di tutta l’assemblea su entrambi i punti presenti nell’ordine del giorno. Il primo era l’approvazione della convenzione con la Provincia di Massa Carrara per lavori di demolizione e di rifacimento della copertura dell’edificio scolastico sede dell’istituto “Belmesseri” in via Malaspina, il secondo l’adesione del Comune al distretto turistico della Valle di Apua. Il dibattito si è quindi aperto sulla questione dei lavori di rifacimento del tetto del “Belmesseri” per un costo preventivato di circa 750 mila euro. Ma in realtà la convenzione è solo un primo passettino, come illustrato dal sindaco Lucia Baracchini, per arrivare a questo risultato che prevede la demolizione ed il completo rinnovo della copertura dell’immobile. “Lavori importanti, che l’amministrazione vuole cercare di realizzare nel più breve tempo possibile”. Per far questo e per poter accedere ai fondi regionali previsti dalla Legge 70, che disciplina il finanziamento, c’era la necessità che l’edificio fosse nella piena proprietà del Comune, mentre, prima della convenzione, la struttura era sì di pertinenza pontremolese ma concesso in comodato d’uso alla Provincia. Ente che “pur disponendo delle necessarie competenze tecniche e amministrative per provvedere alla redazione del progetto, si trova nell’impossibilità di procedere speditamente alle necessarie pratiche a causa dei notevoli carichi di lavoro derivanti da tutti i plessi scolastici provinciali”.

L'assessore Clara Cavellini
L’assessore Clara Cavellini

Così l’amministrazione ha deciso di prendere in mano la situazione: il Comune è tornato in pieno possesso della proprietà dell’edificio e si occuperà dell’iter progettuale realizzando il piano di lavoro dell’opera che sarà redatto dall’ingegner Roberto Bertolini e della compilazione del bando di gara per l’aggiudicazione dei lavori e la realizzazione del progetto, nel caso, ovviamente, il finanziamento sia ottenuto. A quel punto la Provincia si farà carico della richiesta dei fondi risultando come beneficiario dell’erogazione e dislocando poi al Comune le risorse necessarie alla realizzazione dell’opera. Dalla Regione potrebbero arrivare fino a 400mila euro; i restanti fondi saranno a carico del Comune. Il secondo punto è stato illustrato prima dal sindaco e poi dall’assessore al turismo Clara Cavellini. Con questo voto favorevole il Comune entra a far parte del distretto turistico Valle di Apua. Trentaquattro comuni tra Lunigiana, Garfagnana e Media Valle del Serchio fanno parte di questo distretto che vuole fare rete per la promozione turistica del territorio. Una rete che “può rappresentare un’importante spinta all’economia locale, sfruttando in particolare l’enorme valore aggiunto delle ricchezze culturali e ambientali del territorio” ha evidenziato il sindaco. Mentre l’assessore ha sottolineato che “l’area interessata presenta un complesso di beni, valori e attrazioni tali da costituire un ‘sistema’, situato nel punto di snodo tra il nord ed il centro d’Italia, prossimo a grandi strutture viarie che lo rendono una proposta turistica e culturale unica nel nostro Paese”. Tutte caratteristiche positive che Pontremoli può e deve saper sfruttare e valorizzare. (r.s.)

 

Condividi

Scrivi un commento