Grande commozione per la scomparsa di Alberto Filippi
Alberto Filippi vicepresidente dell'AIDO Lunigiana
Alberto Filippi vicepresidente dell’AIDO Lunigiana

Grande commozione ha suscitato in tutta Pontremoli, e non solo, la scomparsa di Alberto Filippi, 71 anni, avvenuta nelle prime ore di martedì 4 luglio. Dopo aver avuto un malore nella giornata di domenica, Filippi era stato portato all’ospedale di Pontremoli. Le sue condizioni erano apparse subito molte gravi e così nonostante le cure prontamente prestate dal personale medico la situazione del paziente era peggiorata fino alla morte arrivata nel primo mattino di martedì. Se ne va così una persona che aveva fatto dell’altruismo e della disponibilità uno dei suoi tratti salienti. Per lunghi anni era stato tecnico del centro trasfusionale dell’ospedale di Pontremoli fino alla pensione maturata nel 2010. Ma le sue passioni e la sua attività per gli altri andavano ben oltre l’ambito lavorativo e lo dimostra soprattutto il suo lungo impegno con l’Aido (Associazione italiana donazione degli organi) di cui era presidente a livello lunigianese. Una mansione che lo portava ad incontrarsi con le scolaresche, con i giovani e meno giovani, portando avanti il messaggio dell’importanza della donazione. E del resto il suo impegno era legato anche ai Donatori di Sangue Fratres di cui era Medaglia d’oro avendo raggiunto e superato le 50 donazioni. A tutto questo univa la grande passione per il gioco delle bocce ed al circolo di via Sforza la sua presenza era una garanzia di efficienza e serietà. Lascia la moglie Rosalba, i figli Emanuele e Paolo, i fratelli don Lucio e Graziano e gli adorati nipotini. I funerali si sono svolti mercoledì, alle 16, nella chiesa di San Colombano.