L’impegno per migliorare la qualità della scuola in Lunigiana

INCONTRO UCIIM A TERRAROSSA: avviato il corso di formazione per i docenti degli Istituti Comprensivi lunigianesi

L'ingresso a scuola di alcuni studenti delle Superiori

Era gremito da oltre centocinquanta docenti di gran parte degli Istituti Comprensivi della Lunigiana il salone del Castello di Terrarossa dove si è svolto il primo incontro del corso di formazione organizzato dalle scuole aderenti alla rete “Verso il miglioramento della scuola” con la collaborazione del Raggruppamento tra sezioni di Massa Carrara dell’Unione Cattolica Italiana degli Insegnanti Medi (UCIIM), che, quale agenzia formativa, ha messo a disposizione la propria struttura per la realizzazione del corso. Così, accolti dal sindaco di Licciana Nardi Enzo Manenti, sono state due rappresentanti nazionali UCIIM ad aprire i lavori nel pomeriggio di lunedì 6 febbraio. Presentate dalla dirigente scolastica della scuola capofila, l’I.C. “Ferrari” di Pontremoli, Maria Grazia Ricci, si sono succedute al microfono la dott.ssa Lucrezia Stellacci, consigliere giuridico della sottosegretaria MIUR Angela D’Onghia e presidente regionale dell’UCIIM della Puglia, e la prof. Loredana Perla, docente associata di Didattica e Pedagogia Speciale all’Università degli Studi di Bari e neo consigliera nazionale dell’associazione. La dott.ssa Stellacci, già nota nel mondo della scuola lunigianese – aveva partecipato come relatrice anche ad un recente convegno sull’alternanza scuola-lavoro svoltosi al Teatro della Rosa di Pontremoli – ha svolto una relazione su “La valutazione di istituto, leva di miglioramento dell’organizzazione e della programmazione dell’azione formativa”, introducendo uno dei temi sui quali i corsisti si interrogheranno nei prossimi mesi, così come accadrà per l’altra tematica, la “Didattica per competenze”, oggetto dell’intervento della prof. Perla. Il corso, infatti, finanziato dall’Ufficio scolastico regionale della Toscana, si articolerà in diversi incontri, abbracciando la parte che resta dell’attuale anno scolastico e proiettandosi nei primi mesi del prossimo. Il calendario vedrà impegnati i docenti per gruppi. Quanti operano nella stesura dei piani di miglioramento della qualità dell’offerta formativa stanno già lavorando con la prof.ssa Silvia Bennati, docente al “Meucci” di Massa ed esperta di settore; la strutturazione di una efficace didattica per competenze nell’ambito delle discipline matematiche vede in campo i docenti di queste materie sotto la guida della prof.ssa Maria Sciolis, insegnante nelle scuole medie di I grado a Pisa, da anni impegnata nella promozione di nuove metodologie per l’apprendimento della matematica. A due docenti genovesi, Laura Cornero e Paola Faorlin, è affidato l’analogo settore per quanto riguarda le competenze linguistico-espressive, mentre per una didattica finalizzata all’acquisizione di quelle trasversali il gruppo di lavoro sarà guidato dal prof. Davide Capperucci, ricercatore presso il Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia dell’Università di Firenze. Si tratta di un impegno importante per la scuola lunigianese. Lavorare per il miglioramento della qualità (che, ha ricordato Stellacci, non può né deve essere un semplice adempimento burocratico) e promuovere, soprattutto quando gli esiti si sono rivelati non pari alle attese, negli alunni non solo semplici conoscenze, ma la loro solidificazione in un percorso che abbia come obiettivo specifiche competenze (e la prof. Perla ne ha riconosciuto la presenza nei classici della pedagogia troppo spesso messi da parte) significa guardare al domani, a quella scuola che la società di oggi (per non parlare, poi, dell’Europa e del mondo) ci chiede.

Condividi

Scrivi un commento