Calcio giovanile: Pontremolese ed Aullese volano in alto

Doppia vittoria per le nostre due regine: bene la squadra di mister Neri che nel campionati degli Juniores Provinciali vince una sfida difficile con il Quieta e mantiene saldo il suo primato in classifica. E lo stesso vale per l’Alluse che, nei Giovanissimi Regionali, conquista tre punti importanti contro il S.M. Avanza. Buone nuove anche dagli altri campionati dove, senza troppi acuti, ci stiamo comunque difendendo

Ciniche e vincenti. Ci sembrano questi i due aggettivi che possono calzare a pennello alle nostre due regine del calcio giovanili, ossia l’Aullese nei Giovanissimi Regionali e la Pontremolese 1919 negli Juniores Provinciali. Ciniche perchè davvero sembra che sappiano dosare perfettamente le forze vincendo spesso con il minimo scarto possibile. E con questo andamento giudizioso e prudente stanno davvero facendo sognare i tifosi nostrani. L’Aullese sta poi disputando un 2017 davvero di altissimo livello e questa ulteriore vittoria con il San Marco Avenza toglie definitivamente ogni residua ragnatela per quanto concerne le problematiche di bassa classifica e prova a lanciare anche sogni di alta classifica. Certo non per le primissime posizioni ma dal quinto posto in giù la caccia è aperta. Ma chi i sogni, in tema di alta classifica, li fa per davvero è la Pontremolese che con questi tre punti raccolti contro una squadra davvero ostica come il Quiesa sta provando a mettere in soffitta tutte le ambizioni delle rivale di agguantarla nella lotta per il vertice. Certo lo Sporting Bozzano, che affrontava tra l’altro il Serricciolo, non molla, ma seppur la distanza resta uguale c’è comunque un turno in meno per le ambizioni di chi insegue di veder scivolare la capolista. Occhio, ovviamente a considerare la pratica già chiusa perchè allora sì che le delusioni potrebbero arrivare tutte in un botto. Per le altre da segnalare i due bei successi esterni dell’Aullese negli Allievi A e B e le vittorie di Aullese e Filvilla nei Giovanissimi B.

Network EMILIA

Condividi

Scrivi un commento