Verso il capolinea l’esperienza dell’ostello a Treschietto?

Si è parlato di una lite fra una donna e un uomo, nella tranquilla frazione di Treschietto, ai piedi della vetusta torre malaspiniana. “Sicuramente un bisticcio c’è stato – dice il sindaco Carletto Marconi – che in quella frazione abita, ma il fatto è stato ‘gonfiato’ per farlo divenire notizia per la stampa. Del resto basta poco, nell’oasi del borgo, per scuotere le acque”. A questo punto chiediamo se ci sia stato un filo conduttore tra la presunta lite e la gestione dell’Ostello “La stele”, di cui, spesso abbiamo parlato sul nostro settimanale nell’intento di supportare, per quanto possibile, l’auspicato decollo. Non pensavamo di sentirci rispondere dal primo cittadino che “la convenzione con gli attuali gestori è scaduta il primo gennaio ed il due abbiamo ricevuto la loro lettera di disdetta. Il nostro Ufficio tecnico ha dato ai vecchi gestori dieci giorni di tempo per sgombrare, non avendo più nessun ruolo nell’ostello ”. A breve l’Amministrazione terrà una conferenza stampa per dare tutte le informazioni. Una storia infinita, quella dell’ostello, sulla quale il lieto fine resta utopia. Amara realtà, invece, la marea di soldi pubblici spesi senza, almeno finora, aver colto alcun frutto. i.f.

L'ostello "La stele" a Treschietto di Bagnone
L’ostello “La stele” a Treschietto di Bagnone

Condividi

Scrivi un commento