Tags: Gravagna

Paesi di Lunigiana: Cargalla

Affacciato a mezza costa sull’alta valle del Magra, il paese è stato per secoli nodo strategico lungo la viabilità storica per i passi appenninici. Nel 1901 contava 407 abitanti, ma è una terra di emigrazione che ha “figli” sparsi in tutto il mondo. Sfiorato dall’attuale tracciato della Statale della Cisa, il paese di Cargalla si affaccia…

Luigi Battistini, pittore e uomo di fede

Era nato a Fivizzano nel 1899. Formatosi a Genova è attivo tra Firenze e Roma, ma lavora a lungo anche nelle chiese della Lunigiana: una quarantina hanno le sue opere Ho accolto con piacere e  gratitudine l’invito del direttore Antonio Ricci di raccontare una breve sintesi della lunga storia di Luigi Battistini e di pubblicare…

Villa Del Signore, una realtà che si rinnova e si apre al territorio e alla cultura

Già fissata per il 7 settembre l’inaugurazione di Villa La Cartiera, dimora storica della famiglia Del Signore L’attuale riorganizzazione della viabilità, legata alla costruzione del sottopasso ferroviario che ha eliminato i passaggi a livello di Porta Parma e del Borgo Vecchio ha tolto parte del fascino che ha sempre circondato Villa Del Signore (con questo…

Gli anni della emigrazione dalla alta Val di Magra

All’inizio del Novecento le partenze diventarono un fenomeno di massa: se ne andarono in tanti, specie giovani, alla ricerca di opportunità negate È nei primi anni del Novecento che i paesi dell’alta Valle del Magra si svuotano, dapprima temporaneamente e poi in maniera definitiva. Le difficoltà economiche, che spesso si traducevano in una vita estremamente…

L’antica Via Romana scoperta con gli scavi a Forno di Versola

Illustrata a Filattiera da Angelo Ghiretti l’area di sosta lungo la Parma-Luni che saliva al Valoria per Logarghena e Gravagna È stata davvero interessante la conferenza, organizzata dall’associazione “Farfalle in cammino” e tenutasi al centro didattico della Pieve di Sorano di Filattiera, di Angelo Ghiretti, direttore del museo delle Statue Stele della Lunigiana, che ha relazionato…

La scomparsa di don Antonio Cocchi

All’alba di lunedì 3 dicembre è tornato alla casa del Padre il canonico della concattedrale di Pontremoli don Antonio Cocchi, da tutti conosciuto come don Tonino. Nato a Milano il 23 dicembre 1933 e battezzato il 14 gennaio 1934 a Precotto sempre in quel di Milano, aveva studiato nel Seminario di Pontremoli ed era stato…