Gli alunni di Arpiola in un film sul Natale e sull’ambiente

“Magia di Natale” è stato proiettato a Villafranca e a Pontremoli

02Magia_NataleLe nostre azioni personali e professionali si situano nel territorio in cui viviamo quale luogo privilegiato in cui una comunità cresce e si organizza. È il luogo in cui idee, speranze, valori diventano azioni di presenza, di incontro, di dialogo, vissuti, quindi, storia. Questo l’obiettivo primario a cui si sono attenuti docenti, alunni, famiglie, Comune, associazioni di volontariato locale e altre persone animate da buona volontà per supportare gli alunni.
Proprio grazie ad una tale sinergia gli scolari della Scuola Primaria “Livio Galanti”, secondo una collaudata tradizione, hanno presentato il loro film “Magia di Natale”. La regia è stata curata da Monica Rosa che con bravura ha lavorato sui suggestivi testi di Annalinda Mori. La trama pone al centro il rispetto per l’ambiente a cui i giovani vanno educati fin da piccoli. Un elfo perde vecchi giocattoli in un bosco e Babbo Natale decide di lasciare la fredda Lapponia per trasferirsi in Lunigiana, precisamente nel castello di Lusuolo.
Una storia dal sapore ambientale visto che Babbo Natale ha dovuto lasciare la Lapponia a causa dei rifiuti che purtroppo stanno invadendo la sua terra, ed è stata la giovane attivista ambientale Greta Thumberg a suggerirgli di andare in Lunigiana. Un modo per sensibilizzare i giovani sulla bellezza della natura che ci circonda e far comprendere quanto è importante difenderla.
Le maestre che hanno contribuito alla realizzazione del film sottolineano che il loro impegno era quello di lanciare un messaggio di rispetto verso quello che ci offre il nostro pianeta, oltre a valorizzare il territorio lunigianese, a partire dal castello per proseguire poi con il territorio e tutta la vallata “e i bambini lo hanno capito ed apprezzato moltissimo”.
Come del resto hanno apprezzato l’idea di dare vita ad un vero e proprio film “ogni anno organizziamo uno spettacolo che coinvolge tutta la scuola. Quest’anno ci è venuto in mente di realizzare un film e abbiamo chiesto collaborazione a questo gruppo di esperti che ci ha seguito, riuscendo a coinvolgere i bambini”.
Un risultato finale di buon livello visto che il film ha avuto una calda accoglienza: sia alla “prima” che si è tenuta al Cinema “Città di Villafranca” sia alla successiva rappresentazione con la proiezione del film al Cinema “Manzoni” di Pontremoli. (i.f.)