Ad Aulla il 27 maggio celebrazione interconfessionale

Gli Uffici Pastorali Ecumenismo, Missionario, Migrantes e Caritas collaborano per rendere presente la comunità cristiana nei confronti dei nostri fratelli costretti ad approdare nel nostro Paese fuggiti dal loro di origine. Uno degli aspetti della vicinanza è proprio quella nella fede: se molti sono di fede islamica, un buon numero sono cristiani anche se non battezzati o appartenenti alle diverse confessioni; solo alcuni sono cattolici.
Nello sbarcare in Europa avvertono con forza il bisogno di rivolgersi a Dio nella preghiera per essere sostenuti in questa difficile avventura. Purtroppo anche nella nostra zona sono presenti sedicenti pastori appartenenti alle più diverse chiese non riconosciute dalla Tavola delle Chiese della Riforma o molti vengono avvicinati dai Testimoni di Geova.
Un motivo in più per prendersi cura di fratelli che hanno bisogno di aiuto; c’è chi partecipa alle celebrazioni delle parrocchie, qualche genitore chiede di battezzare i propri figli piccoli e qualche adulto ha iniziato la preparazione per il Battesimo.
Come è stato fatto per l’Epifania nella parrocchia di Bonascola, così per il Tempo Pasquale abbiamo organizzato insieme alla Chiesa Valdese – Metodista un momento di preghiera ecumenica e di festa per sabato 27 maggio alle ore 16 nella chiesa del “Groppino” ad Aulla. ll pomeriggio insieme non è fatto solo per i richiedenti asilo ma è aperto a tutte le comunità cristiane, anzi è un’occasione di condivisione e di conoscenza che aiuta la fraternità e la comunione dei cristiani nella nostra provincia.

Condividi

Scrivi un commento