Dai Fratres di Bagnone arrivano 14 donatori

Per le domeniche del donatore. L’8 marzo appuntamento col “Plasma day”

I donatori Fratres di Bagnone al centro trasfusionale dell'ospedale di Pontremoli
I donatori Fratres di Bagnone al centro trasfusionale dell’ospedale di Pontremoli

Domenica 24 febbraio il Gruppo “Fratres” di Bagnone, sotto la guida appassionata della presidente Rita Beccari, ha accompagnato ben 14 donatori al Centro trasfusionale di Pontremoli. Si trattava della prima edizione delle domeniche aperte (la prossima si terrà il 6 ottobre) che ha visto, oltre al gruppo bagnonese, anche altri donatori approfittare della giornata festiva per compiere il loro gesto di solidarietà senza interferire così con l’attività lavorativa. Presente anche il presidente nazionale “Fratres”, Sergio Ballestracci che ha sottolineato l’importanza della gratuità, nel volontariato sociale, nei confronti di chi si trova in stato di necessità. La Toscana rappresenta un modello nel panorama nazionale. L’evoluzione delle tecniche chirurgiche fa sì che la necessità di sangue sia sempre più elevata. “Per questo, ha concluso Ballestracci, le Associazioni lavorano, con forza e determinazione, per coinvolgere i giovani e portarli con assiduità a donare”. Ad aiutare le giovani generazioni ad uscire dall’individualismo, pericoloso e sterile il Progetto “La donazione al servizio della comunità”, voluto da parecchi anni dal dirigente in pensione (ma non nel volontariato) Angelo Ferdani. Un iter altamente formativo “sposato” da quasi  tutte le scuole lunigianesi e della Costa. L’8 marzo, per la festa della donna, la Beccari ricorda l’appuntamento con il “Plasma day” al centro trasfusionale dell’ospedale di Pontremoli dalle 8 alle 17 (l’appuntamento si ripeterà poi il 9 maggio, il 19 settembre e il 7 novembre). Un metodo di donazione meno invasivo che particolarmente si adatta alle donne ma che, ovviamente, non preclude la presenza maschile… anzi da buoni cavalieri gli uomini possono fare da apripista verso questo importante gesto di solidarietà. i.f.

Condividi