A Pontremoli il convegno sulla Cortina di Cacciaguerra

Costruita 700 anni fa

Importante appuntamento culturale e scientifico sabato, 12 novembre, nel Teatro della Rosa a Pontremoli: dalle 9,30 si terrà, infatti, il convengno “La Cortina di Cacciaguerra. Storia, conservazione, prospettive”, promosso dal nostro giornale con il Comune di Pontremoli e la collaborazione dei locali club dei Lions e del Rotary e la partecipazione della cooperativa di servizi turistici “Sigeric”.
Ricorre infatti quest’anno il 700° anniversario della costruzione del “muro” voluto nel 1322 dal lucchese Castruccio Castracani degli Antelminelli per separare fisicamente le fazioni cittadine dei Guelfi e dei Ghibellini e che divise la città in due. Di quella fortificazione resta oggi, ben visibile, la torre civica centrale, simbolo della città: il “Campanone”.
Il programma del convegno, dopo i saluti, vedrà gli interventi di due professionisti lunigianesi che a suo tempo si sono laureati con tesi relative proprio alla Cortina e alla Torre di Cacciaguerra: l’arch. Emanuela Curadi e l’arch. Fabrizio Boni. La dott. Cinzia Nicolini (Sigeric) proporrà poi una riflessione sulle potenzialità turistiche del Campanone.
Due interventi di docenti del Politecnico di Milano porteranno l’attenzione sull’attualità e il futuro: la prof.ssa arch. Antonella Saisi e il prof. ing. Carmelo Gentile affronteranno infatti il delicato tema dello “stato di salute” di una torre costruita 700 anni fa quale edificio militare e più volte modificata fino a farne, nel XVI secolo, torre campanaria ancora oggi sottoposta a notevoli sollecitazioni.
Le conclusioni del sindaco di Pontremoli, Jacopo Ferri, saranno infine utili per un bilancio dei lavori della mattinata e per individuare un programma di iniziative per la conservazione e valorizzazione della struttura.

Share This Post