Festa della Famiglia, rinviata al 2021

L’emergenza per l’epidemia da Covid-19 non ne permette l’organizzazione

20_festa_famiglia_2017aNegli anni scorsi, proprio di questi tempi, eravamo soliti ritrovarci per organizzare la diocesana Festa della Famiglia che si sarebbe poi tenuta, salvo alcune eccezioni, nella giornata del 2 giugno. Quest’anno, purtroppo, il Coronavirus non permette di dar vita ad aggregazioni e così, pur avendo individuato un’amena località lunigianese dove poter trascorrere quella serena giornata, si è costretti a rimandare ad un auspicabilmente più accogliente 2021.
Ma come è nata questa Festa della Famiglia che, da più di un decennio ormai, è un appuntamento fisso nel calendario diocesano? è il 2007, direttore dell’Ufficio diocesano di Pastorale Familiare è don Mario Amadi. Il parroco dei Quercioli, con noi due, compone il “team pastori” di Incontro Matrimoniale, movimento che si occupa della relazione di coppia, introdotto e diffuso nel nostro territorio da Norina e Mauro Cavicchioli.
Ogni mese, nei locali della parrocchia di don Mario, si incontravano famiglie provenienti dalle diverse località della Diocesi. Mentre i ragazzini scorrazzavano in lungo ed in largo in cortile, nel salone Riccardo e Lucia Vergassola illustravano una tematica di vita familiare cristiana. Tematica, poi, che le coppie presenti avrebbero prima condiviso tra di loro e poi comunitariamente. Si dice, poi, che “tutti i Salmi finiscono in Gloria” e così, al termine dell’incontro, anche il momento della degustazione di qualche frittata o dolce preparati in casa diventava particolare.
Si è quindi pensato: perché non dedicare un’intera giornata ed aperta poi anche ad altre realtà della Diocesi? Così, il 2 giugno di quell’anno, nella parrocchia dei Quercioli, dopo la S. Messa celebrata dal Vescovo mons. Binini, un sacerdote veronese, don Renzo Bonetti, tiene una bella relazione sul matrimonio cristiano. Si succedono poi alcune testimonianze di vita familiare, tra le quali quella di una coppia appena rientrata dalla luna di miele. La partecipazione non è enorme: con le coppie di Incontro Matrimoniale sono presenti alcune famiglie di realtà parrocchiali ed altre del Movimento dei Focolari.
L’anno successivo è Riccardo Vergassola a ricoprire l’incarico di direttore dell’Ufficio Famiglia e la Festa assume una caratteristica decisamente più allargata. Si svolge a Boceda di Mulazzo, all’Associazione Comunità “Papa Giovanni XXIII” allora diretta proprio da quel Mauro Cavicchioli di Incontro Matrimoniale. Al mattino, dopo la S. Messa, si è lavorato in gruppetti per poi, nel pomeriggio, farne oggetto di condivisione. Seguono, poi, altre edizioni itineranti nel territorio diocesano, a Massa, a Carrara e in Lunigiana, fino ad arrivare a quota 13 lo scorso anno nella parrocchia di San Giuseppe Artigiano a Marina di Massa.
Quest’anno, purtroppo siamo costretti a cancellare questa bella iniziativa e siamo certi che ci mancherà. Siamo altrettanto convinti che, il prossimo anno, però, ogni famiglia che vi parteciperà apprezzerà ancora di più “la bellezza” dello stare assieme.

Stella e Fausto

Condividi