Aulla: nasce la De.Co. per i prodotti tipici

Si tratta della Denominazionale Comunale, approvata all’unanimità dal consiglio.

I fagioli di Bigliolo
I fagioli di Bigliolo

Un passo importante è stato compiuto per la valorizzazione dei prodotti aullesi durante il consiglio comunale di Aulla del 30 settembre. L’Amministrazione ha infatti portato il regolamento De. Co., che permette a quei prodotti che hanno un valore di appartenenza storica, gastronomica e culturale di avere finalmente un riconoscimento ufficiale di legame con il territorio. Il regolamento è stato votato all’unanimità dall’assemblea. Un obiettivo, questo, che è stato raggiunto grazie all’impegno dell’assessore al Turismo Roberto Cipriani, che non ha mancato di confrontarsi con la vicina amministrazione di Podenzana, già autrice della De.Co. del Panigaccio, creando una sinergia tra Comuni che potrebbe portare ad altre proficue collaborazioni. “È un momento importante per noi, – commenta il vicesindaco e assessore al Turismo Cipriani – perché finalmente potremmo dare il giusto valore a quei prodotti che fanno parte della tradizione del nostro Comune e che identificano fortemente il nostro territorio. Ci auguriamo che la De.Co. possa essere un trampolino di lancio per il nostro turismo, affinché siano finalmente le nostre eccellenze a fare da volano, insieme al nostro pregiato bagaglio storico”. Il prossimo passo sarà quello di trovare un logo, rendendo partecipi le Scuole Medie del Comune di Aulla, simbolo che sarà applicato dai produttori e alle manifestazioni che avranno come protagoniste le eccellenze riconosciute come tali dal marchio De.Co. Di queste sicuramente faranno parte la focaccetta e il fagiolo di Bigliolo, ma non si esclude che altri prodotti possano trovare un valido riscontro d’appartenenza storica al nostro territorio. L’obiettivo, anche con la collaborazione dell’assessore all’Agricoltura Giada Moretti, sarà quello di dedicare un percorso turistico e gastronomico pensato e dedicato all’ulteriore valorizzazione di queste eccellenze.

Che cos’è il De.Co.?

L’acronimo De.Co significa Denominazione Comunale ed è un riconoscimento che il comune attribuisce ad alcune preparazioni alimentari, ma non solo. La denominazione comunale è un riconoscimento che i comuni, attribuiscono a quei prodotti ritenuti in qualche modo “tipici” o legati storicamente al luogo, e che non hanno altri riconoscimenti, come Dop, Igp, Stg, Pat o altro. Non è un marchio europeo, ma è un riconoscimento comunale che viene attribuito quindi dall’amministrazione. Di solito, quando un ente decide di attribuire un marchio De.Co, crea prima di tutto una commissione apposita, a cui perveranno le richieste dei produttori che vogliono proporre il loro prodotto per il riconoscimento. Dopo una valutazione a cura della commissione, il prodotto viene accettato o meno. Questi marchi di garanzia sono nati in seguito alla Legge n. 142 dell’8 giugno 1990, che dà infatti ai Comuni la facoltà di disciplinare in materia di valorizzazione delle attività agroalimentari tradizionali. Ci sono tre gruppi per le De.Co: su un prodotto tipico, su un prodotto dell’artigianato alimentare o su un prodotto dell’artigianato. La De.Co., quindi, dimostra l’origine locale del prodotto, ne racconta e fissa la sua composizione e ne garantisce gli ingredienti ai produttori del territorio e ai consumatori.

Condividi