Le premiazione dell’edizione 2018 dell’Endurance Tour

Il gruppo dell'Endurance tour
Il gruppo dell’Endurance tour

Si è riunito a Pontremoli, domenica 28 ottobre, il “Family Day” del circuito Endurance Tour per la premiazione di tutti i vincitori della decima edizione. Oltre 120 ciclisti e familiari che si sono ritrovati e sia pure con il meteo che continuava a far volare basse le pesanti nuvole grigie, si sono formati i due gruppi di turisti per la visita guidata alla città. Tra monumenti, ponti antichi e le storie di battaglie tra sacro e profano, le due ore di passeggiata sono volate leggere ed era già ora di prepararsi per il pranzo a buffet in compagnia dell’amministrazione comunale, da ringraziare per aver permesso questa organizzazione. Un ricco cabaret di specialità locali ha saziato tutti gli ospiti e rinvigorito gli spiriti per i lunghi applausi che hanno intervallato i 20 minuti di monologo di Giuseppe Riggi, fondatore e testa dell’Endurance Tour. Un discorso nato dal cuore ed 31espresso dall’anima: non sono mancati i racconti e i ricordi di come siano letteralmente volati questi primi 10 anni di circuito, alcuni aneddoti e tanti particolari, spesso sconosciuti. Dopo i doverosi ringraziamenti ad autorità, collaboratori e a chi, dalle spalle di una macchina fotografica, racconta ogni anno, in ogni tappa, in ogni occasione la bellezza dell’Endurance Tour, si passa al clou della giornata: le premiazioni di tutti i vincitori della decima edizione. Una carrellata lunghissima di nomi, sorrisi, saluti, ringraziamenti e lacrime; già, perché sono scese anche molte lacrime per l’emozione di una giornata perfetta, in un ambiente perfetto, chiamato famiglia. Appuntamento al prossimo anno con l’edizione 2019.

Condividi