Giornata di festa nel ricordo di Cio

Al PalaBorzacca si è tenuta una manifestazione nel giorno del compleanno di Pier Giacomo Tassi, con l’obiettivo di portare avanti le sue iniziative di sport e solidarietà

Il manifesto dell'iniziativa
Il manifesto dell’iniziativa

Una giornata di festa nel nome di “Cio” quella che si è tenuta venerdì 26 ottobre al PalaBorzacca di Pontremoli. Il ricordo di Pier Giacomo Tassi, scomparso nel febbraio scorso, nel giorno del suo primo compleanno che purtroppo non è stato possibile festeggiare di persona è stato, ne siamo convinti, esattamente quello che lui avrebbe voluto. Ovvero niente pianti, niente pompose cerimonie ma tanta allegria con due protagonisti principali: lo sport e i giovani. Ovvero i due grandi amori cui “Cio” aveva dedicato tutta la sua vita con la sua attività di professore di educazione fisica e di divulgatore a vario titolo dell’attività sportiva.

Il gruppo degli organizzatori della giornata
Il gruppo degli organizzatori della giornata

E a testimonianza di questo legame profondo sul parquet del palazzetto dello sport pontremolese si sono riunite ben sei società per salutare l’indimenticabile “Omone con i baffi”: la Polisprtiva Pontremolese, l’Atletica Lunezia, il Volley Pontremoli, il Pontremoli Basket, il Gsd Pontremolese e il Lunigiana Rugby, con tutti gli atleti che indossavano la maglia  con su scritto “Cio nel cuore”. Ma non si trattava solo di una scritta commemorativa legata alla giornata, infatti “Cio nel cuore” è una onlus che manifesta la sua idea cardine nello slogan “Per continuare a sorridere… facendo del bene” dimostrando di voler portare avanti non solo il ricordo ma anche il messaggio di Cio, che sapeva  unire ad una straordinaria simpatia la voglia di aiutare gli altri con tante idee ed iniziative. Progetti che ora continueranno a camminare sulle gambe di questa onlus fortemente voluta dalla moglie di Cio, Antonella Bonvicini, “l’idea è quella di stare vicino a giovani e meno giovani, sostenendo attività ricreative ed educative di supporto allo sport e alle scuole e il settore sanitario con iniziative a favore di ospedali, istituti di ricerca e di pubblica utilità”.

Condividi