La circolazione depressionaria che si è impossessata dell’area mediterranea e quindi dell’Italia non dà segni di cedimento, anzi, viene continuamente alimentata sia da aria fredda in discesa dal  Nord Atlantico che da aria calda in risalita dal Nord Africa, uno dei mix più favorevoli alla formazione di corpi nuvolosi  e precipitazioni diffuse con sali-scendi delle…