Grazie all’ 8xmille tanti gli interventi caritativi effettuati anche quest’anno nella nostra diocesi

Con l’inizio della pandemia le risorse economiche dell’ 8xmille alla Chiesa cattolica sono diventate ancora più importanti per la vita delle comunità. Basti pensare al contributo straordinario che nel marzo 2020 è stato distribuito alle parrocchie, non solo per l’acquisto di prodotti per la sanificazione e di mascherine di protezione, ma anche per il pagamento delle utenze e altri adempimenti.
A livello nazionale, infatti, la Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana deliberò lo stanziamento di 10 milioni di euro provenienti da donazioni e dall’ 8xmille. Interventi caritativi che sono continuati anche quest’anno, alcuni dei quali sono ancora in fase di avanzamento.
Anzitutto come sostegno diretto degli utenti che si rivolgono ai servizi Caritas del territorio (Centri di ascolto vicariali e parrocchiali, mense, “armadi”) è avvenuta l’erogazione di un contributo di 10.000 euro per generi alimentari a lunga conservazione a favore della distribuzione parrocchiale. 
In secondo luogo, è stato erogato un ulteriore contributo economico per l’emergenza di 30.000 euro, in base al progetto intitolato “Ripartire dalle persone: cittadini, imprenditori, volontari”.
Sono stati compiuti i seguenti interventi:
– acquisto dispositivi per la protezione individuale di operatori, volontari, ospiti delle strutture;
– sanificazione/igienizzazione dei servizi caritativi; – potenziamento delle risposte ai bisogni alimentari;
– sostegno diretto verso le fasce di popolazione più esposte (famiglie fragili, senza dimora, circensi), anche attraverso l’ospitalità;
– sostegno all’occupazione, con particolare riferimento alle piccole attività (imprese) a dimensione familiare, per cui sono stati concessi dei contributi a fondo perduto per pagamento merci, tasse arretrate e per lavori di manutenzione e messa in sicurezza delle strutture.
Infine è stato varato il progetto di “Potenziamento aiuti alimentari 2020”, pari a 10.000 euro, diretto al sostegno della mensa Caritas di Marina di Carrara, gestita dal Centro Sociale Caritas dell’Annunziata, che porta avanti attività di segretariato e accompagnamento dei beneficiari attraverso l’acquisto di un abbattitore.

Davide Finelli

Condividi