Fine della quiete novembrina, è arrivato l’inverno

46meteoPrimo dicembre, capo d’ inverno… meteorologico: per quello astronomico, pazienza fino al solstizio. Fin dal suo avvio, l’ultimo mese dell’anno e il primo del trimestre invernale, darebbe da intendere di voler essere meno tranquillo del novembre che lo ha preceduto. Non di rado, in realtà, accade che il finale d’autunno mostri i primi ‘denti vernini’ per poi concedere una pausa nei primi giorni e talora nell’intera prima decade di dicembre. Alle viste, pare profilarsi uno scenario del tutto diverso e opposto al tranquillo novembre che si è appena concluso.
Nel dettaglio, ecco quanto si desume dai dati raccolti durante lo scorso mese. Nessuno si sorprenderà se si evidenzia la mitezza del livello termico: la temperatura media del novembre 2020 (10,6°C a Pontremoli-Verdeno, 10,5°C a Villafranca Ghiaione, 10,8°C a Gragnola e 13,2°C a Carrara-Avenza) si è tenuta 2°C abbondanti sopra la norma del trentennio 1981-2010 (8,4°C a Pontremoli).
46METEO_TABELLASono mancate le prime, serie avvezioni di aria fredda che preparano il terreno all’imminente ingresso dell’inverno. Pochi cenni in tal senso non hanno impedito qualche lieve gelata notturna, ma niente di più: nelle ore diurne, le temperature massime non sono mai scese sotto i 10°C, fatto anomalo nel tardo autunno. Nella serie storica pontremolese si è trattato del quinto novembre più mite dal 1929 dopo quelli, nell’ordine, del 2014 (11,6°C), 1963 (11,0°C), 1994 (10,9°C) e 2012 (10,8°C) e a pari merito con il novembre 2002.
Senza aver registrato alcun valore singolo particolarmente anomalo e tantomeno record, è stato il costante livello sopra la media stagionale a sancire la posizione non lontana dal podio. Un raffronto con un periodo più vicino, specie se più breve rispetto al 1981-2010 o a periodi ancora precedenti, va da sé che restituisca uno scarto dalla norma più contenuto a motivo del riscaldamento del clima in corso.
Alla moderazione del livello termico, si  è unita la scarsità di precipitazioni: quindi un novembre ben poco perturbato, generoso di sole e non ha davvero ecceduto nemmeno quanto a ventosità o altri elementi climatici. Il conto dei pluviometri è modestissimo: 40,8 mm a Pontremoli, 33,8 a Villafranca, 18,2 a Gragnola e 27,0 a Massa.
Per novembre, si tratta di accumuli pari ad appena il 10-15% del normale, e comunque distanti da quelli dei mesi di novembre più secchi. Anche la frequenza dei giorni piovosi, 5-6 in tutto quelli con apporti da 1 mm in su, rimane inferiore alle attese (10-12 è la norma di lungo periodo).
Il gradito rovescio della medaglia è venuto dallo stato del cielo e dalla conseguente, ottima eliofanìa: a novembre 12 giorni nel complesso sereni, 11 misti e solo 7 coperti non sono niente male se, in 45 anni di osservazioni, la media risulta, rispettivamente, di 8, 9 e 13. Il sole, pertanto, ha potuto splendere per più ore di quelle di un canonico novembre, che si attesta, in media, sulle 97 ore: se ne sono godute, invece, quasi 140, secondo miglior risultato per un mese di novembre da inizio misure nel 1994, subito dietro le 153,5 ore del novembre 2011.

a cura di Maurizio Ratti, Mauro Olivieri e Giovan Battista Mazzoni

Condividi