A Filetto sta per nascere una casa accogliente e tecnologica

Villafranca. Tutto è pronto per la realizzazione dell’edificio legato al progetto “Dopo di noi”. Una struttura che accoglierà cittadini disabili. Quattro i mesi necessari per il suo completamento che avverrà nel corso del 2020. 

Il centro storico di Filetto a Villafranca
Il centro storico di Filetto a Villafranca

“Non si vede ben che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi…”. Una famosa frase che non può lasciarci indifferenti così come non ne è indifferente l’Aldi (Associazione lunigianese disabili) fortemente impegnata per dare corpo al progetto “Dopo di noi”. Uno slogan che si lega al pensiero ricorrente di tante famiglie che vivono il problema della disabilità: “Chi si prenderà cura di nostro figlio, di nostro fratello… quando non ci saremo più?”. Proprio per riservare un futuro più sereno alle persone svantaggiate l’Aldi, nata nel 2002, si è data da fare, con il costante impegno dell’attuale presidente Paolo Bestazzoni, per dar vita ad una struttura atta ad ospitare cittadini disabili. Il progetto, altamente innovativo, sarà realizzato nel corso del 2020, nel borgo di Filetto dalla ditta Rubner Haus, sotto la direzione del responsabile tecnico Stefan Knollseisen. L’obiettivo primario, come sottolinea Bestazzoni, sarà quello di creare un’abitazione, un vero contesto familiare, affinché ogni ospite possa sentirsi a casa. L’edificio, di circa 365 metri quadri, potrà ospitare cinque persone; ci saranno quattro stanze, due doppie e due singole, con la possibilità di personalizzarle con colori e arredamento, una cucina ampia e funzionale per dare agli ospiti la gioia di cimentarsi ai fornelli. Non mancheranno un grande soggiorno e spazi appositi per laboratori: importanti per allenare la mente e svolgere attività manuali. Al piano superiore, uffici e sala riunione. Nella casa sarà presente un operatore quale punto fisso di riferimento per qualsiasi necessità. Un vero e proprio “nido” affinché ogni persona, rispettata nella sua intangibile dignità, sia avvolta dal rispetto, supportata nelle necessità primarie e amata. i.f.

Le caratteristiche dell’edificio

Il rendering della struttura che sorgerà a Filetto
Il rendering della struttura che sorgerà a Filetto

La struttura in legno verrà costruita nel tempo record di quattro mesi con il sistema “a telaio”. Le pareti includeranno isolamento termico. Una casa, insomma, ecologica e sostenibile ad altissimo coefficiente energetico onde risparmiare parecchio sui costi di gestione. I materiali naturali, quali legno e sughero, favoriscono il benessere di chi la abita senza problemi di inquinamento. È assicurata la durata nel tempo in quanto il legname adoperato proviene da zone alpine austriache a deforestazione controllata. Un mix perfetto di supertecnologia, esperienza, comodità e sicurezza che auguriamo contribuisca, in primis, a garantire agli ospiti il prosieguo di un’esistenza il più possibile serena.

 

Nelle foto: in alto il rendering della struttura e sotto uno squarcio del borgo di Filetto

 

Condividi