“Fratres” di Pontremoli in festa con la Giornata del Donatore

Sabato 4 maggio, si è tenuta anche l’assemblea straordinaria, che ha approvato il nuovo statuto. Premiati i donatori benemeriti

Foto di gruppo in Duomo, al termine della S. Messa, dei Fratres (foto Walter Massari)
Foto di gruppo in Duomo, al termine della S. Messa, dei Fratres (foto Walter Massari)

In via eccezionale, la tradizionale festa del Gruppo Donatori di Sangue “Fratres” di Pontremoli che si è svolta sabato scorso, 4 maggio, è stata affiancata dall’assemblea straordinaria resasi necessaria per poter deliberare le variazioni allo statuto dovute all’adeguamento alla nuova normativa che regola le associazioni di volontariato del Terzo settore. Buona la presenza dei soci, nonostante le difficoltà dovute alla mancata consegna, da parte del servizio postale, delle numerose lettere di invito spedite per tempo dall’associazione. In apertura di assemblea, il presidente del Gruppo, Armando Mastroviti, ha illustrato ai presenti le principali novità, che riguardano la variazione della denominazione da ONLUS a ODV (Organizzazione Di Volontariato) l’abolizione del Collegio dei revisori dei conti e l’ampliamento della base selettiva che vede i donatori benemeriti equiparati a quelli attivi.

Un momento della manifestazione che si è tenuta alle stanze della Rosa (foto Walter Massari)
Un momento della manifestazione che si è tenuta alle stanze della Rosa (foto Walter Massari)

Un’altra importante modifica è la variazione della durata dell’anno sociale che seguirà l’andamento dell’anno solare – quindi, dal 1° gennaio al 31 dicembre – con l’obbligo di effettuare l’assemblea ordinaria entro il 28 febbraio di ogni anno, giusto il tempo necessario per redigere i bilanci sociali e produrre la relazione allegata. Le variazioni sono state approvate all’unanimità dall’assemblea, che ha votato anche la commissione elettorale che dovrà predisporre l’organizzazione delle prossime votazioni del 2020, quando l’attuale Consiglio direttivo giungerà alla scadenza del suo mandato; a tal proposito il presidente Mastroviti ha fatto appello a tutti i presenti perché possano emergere nuovi candidati nell’ottica di un giusto e naturale rinnovamento. Non è mancato un ulteriore appello a tutti i donatori perché si attivino al meglio per sopperire al calo delle raccolte, con l’idea di far giungere il maggior numero di soci a tre donazioni l’anno. Buone notizie, in proposito, giungono dal mese di aprile, nel corso del quale il Gruppo ha raggiunto un saldo positivo rispetto al 2018, invertendo la tendenza che vedeva un calo di circa 40 donazioni da inizio anno.

La fase di premiazione di alcuni donatori (foto Walter Massari)
La fase di premiazione di alcuni donatori (foto Walter Massari)

Un particolare ringraziamento è stato rivolto dal presidente al capogruppo Mario Mori ed al consigliere Armando Lanzarotti per il lavoro quotidiano che svolgono nel sensibilizzare i donatori e con la presenza in sede. Annunciata ufficialmente anche la gita sociale che quest’anno – dal 26 al 29 settembre – avrà come meta Budapest; le iscrizioni già aperte. La cerimonia è proseguita con le premiazioni dei donatori benemeriti: da segnalare la consegna di 5 medaglie d’oro e una croce d’oro. La giornata di festa è stata occasione anche per la consegna della borsa di studio “Flavio Longinotti”, giunta alla 13° edizione, alla presenza della famiglia del compianto segretario storico del gruppo. Il premio, per mano del presidente del Gruppo A.I.D.O. Angelo Ferdani, è andato agli alunni di quinta dell’I.C. “Tifoni”: Emiliano Federici, Clara Anelli ed Elisa Savani. Alle 18, i presenti si sono recati in duomo per partecipare alla S. Messa del Donatore, celebrata da p. Dario Ravera e animata della Corale “Santa Cecilia”; presenti numerosi labari di associazioni lunigianesi, parmigiane e toscane, segno di amicizia e collaborazione. La festa si è conclusa in un noto locale della zona dove, tra buon cibo e bella musica, si sono riunite circa 150 persone con l’allegria e la giovialità che contraddistingue questo gruppo fin dalla sua nascita nell’ormai lontano 1956.

Condividi