Mulazzo ha accolto il suo nuovo pastore, don Marco Giuntini

Guiderà l’Unità Pastorale. Domenica scorsa ad Arpiola la cerimonia: il nuovo parroco accompagnato dal vice don Stefano Pappalardo

Arpiona di Mulazzo, 10 marzo: l'ingresso del nuovo parroco don Marco Giuntini con don Stefano Pappalardo
Arpiona di Mulazzo, 10 marzo: l’ingresso del nuovo parroco don Marco Giuntini con don Stefano Pappalardo

Nel pomeriggio di sabato scorso, 9 marzo, ad Arpiola sono stati accolti con grande entusiasmo don Marco Giuntini e don Stefano Pappalardo, rispettivamente nuovo parroco e vicario parrocchiale delle comunità del Mulazzese: Arpiola, Canossa, Castevoli, Gavedo, Groppoli, Lusuolo, Madonna del Monte, Montereggio, Mulazzo, Parana e Teglia.
La comunità aspettava questa nomina dalla fine del mese di novembre scorso, quando era venuto a mancare il parroco don Sergio Biasini pastore di queste anime per oltre trent’anni. Don Marco e don Stefano sono arrivati un po’ prima delle 16: ad aspettarli, tra le molte persone, vi erano le autorità, la rappresentanza delle associazioni di volontariato del Comune tra le quali il Gruppo Fratres, la Venerabile Misericordia, gli Alpini, la Protezione Civile, il Circolo ANSPI San Giuseppe con i relativi stendardi e i rappresentanti delle varie parrocchie. Indossata la cotta e la stola, si sono recati nel sagrato della chiesa dove sono stati salutati dai bambini del catechismo che hanno donato loro un mazzo di fiori. 11donMarco_Arpiola4Poi sono entrati in chiesa per un momento di adorazione davanti al Santissimo Sacramento, per proseguire nella casa canonica per indossare i paramenti liturgici ed entrare solennemente in chiesa assieme al vescovo diocesano mons. Giovanni Santucci – che ha presieduto la Santa Messa – e gli altri presbiteri, chierici e ministranti sotto la guida del cerimoniere don Emanuele Borserini.
La celebrazione è iniziata con la lettura del decreto di nomina, l’aspersione del popolo con l’acqua benedetta e l’incensazione dell’altare da parte del nuovo parroco. Durante l’omelia, il Vescovo ha presentato il nuovo parroco ai fedeli, esortandoli ad essere un’unica famiglia attorno alla propria guida, facendo sentire a loro agio i parroci e aiutandoli ad annunciare il Vangelo ai più bisognosi, ai giovani, agli anziani, agli ammalati e a tutte le famiglie.
Mons. Santucci ha poi sottolineato come sia necessaria reciproca benevolenza, dialogo, discernimento laborioso e adulto, ma anche obbedienza che in ultima analisi è obbedienza all’unico Vivente.
Al termine della celebrazione la parola è andata a un rappresentante del Consiglio Pastorale e al sindaco di Mulazzo Claudio Novoa, che hanno avuto parole di ringraziamento al Vescovo per aver nominato i nuovi pastori e ai nuovi parroci don Marco e don Stefano per aver accettato, augurando loro un cammino ricco di fede e di amicizia fraterna.
Don Marco dal canto suo ha ricambiato i ringraziamenti ai fedeli per averlo accolto assieme a don Stefano con tanta disponibilità, affetto, vicinanza e preghiera. La consegna della sede ai due nuovi parroci ha concluso questa celebrazione che di certo rimarrà nel cuore dei Mulazzesi.
Poi tutti insieme nel salone parrocchiale per un ricco rinfresco.

Condividi