La Spezia celebra la memoria della beata Itala Mela

Il 27, 28 e 29 aprile. Con una fiaccolata e un solenne triduo nella cattedrale di Cristo Re.

beatificazione_Itala_Mela_01La Diocesi della Spezia si prepara a celebrare solennemente la prima ricorrenza della memoria della Beata Itala Mela prevista per decreto per il giorno 28 aprile.
Un appuntamento atteso per rievocare le emozioni della solenne proclamazione del 10 giugno dello scorso anno alla quale partecipò una grande folla di fedeli per assistere ad un evento eccezionale, non solo il dovuto riconoscimento per la prima beata del territorio diocesano, ma soprattutto la prima cerimonia di beatificazione tenuta lontano da Piazza San Pietro.
Ma a sentirsi coinvolti non furono solo gli spezzini, ma l’intero territorio ligure, unitamente a diocesi piemontesi e toscane e, in particolare, la Lunigiana da cui partì la missione spirituale di Itala Mela dopo la chiamata avvenuta nella chiesa di San Francesco in Pontremoli.
E, sempre in Lunigiana si concretizzarono alcune delle esperienze più intense della Beata, soprattutto nel corso del secondo conflitto mondiale, quanto, sfollata a Barbarasco, ebbe modo di partecipare attivamente alla vita religiosa del paese, facendosi tramite diretto per aiutare la popolazione ad affrontare le terribili difficoltà indotte dalla guerra.
La sua figura, quindi, ancora oggi, si erge imperiosa nel panorama religioso della nostra terra, richiamo puntuale ad un recupero di quella spiritualità oggi così trascurata e che trova, invece, in ognuno di noi un preciso punto di riferimento in conseguenza del battesimo.
Cerimonia di beatificazione di Itala MelaSono previste, quindi, in coincidenza con la ricorrenza una serie di cerimonie celebrative grazie alle quali La Spezia cristiana avrà l’occasione di ritrovare intatto l’affetto per la sua figlia prediletta. La commemorazione si aprirà venerdì 27 aprile, alle ore 21 con una solenne fiaccolata che partirà dalla Piazzetta del Bastione, dove viveva la famiglia Mela, per portarsi alla cripta della cattedrale di Cristo Re, presso la tomba della Beata, dove sarà recitato il notturno ed il Vescovo Mons. Luigi Ernesto Paletti terrà l’omelia celebrativa per l’apertura della solenne ricorrenza.
Sabato 28, giorno della memoria di Itala Mela, in cattedrale si celebreranno le Sante Messe secondo l’orario festivo: alle 7, alle 8, alle 10 e alle 18.30.
Infine, domenica 29, anniversario della sua morte, alle 10,30, sempre in cattedrale, si terrà il solenne Pontificale presieduto da mons. Palletti con la partecipazione del clero diocesano. Il solenne triduo dovrebbe proporsi come evento di apertura per un anno importante per la vicenda mistica di Itala Mela, in quanto il 3 agosto prossimo cade il novantesimo anniversario proprio della chiamata in Pontremoli con la manifestazione delle Spirito Santo che, dal tabernacolo della chiesa di San Francesco, avvolse in un fascio di luce la giovane docente chiamandola alla missione di fare conoscere la Trinità e indicandole così la strada che avrebbe segnato tutta la sua vita. (lb)

 

Condividi

Scrivi un commento