Francesca Ferrari nuova presidente della Coldiretti Provinciale

La giovane pontremolese è stata eletta all’unanimità

A sinistra Francesca Ferrari, nuova presidente provinciale del Coldiretti
A sinistra Francesca Ferrari, nuova presidente provinciale del Coldiretti

La pontremolese Francesca Ferrari è la nuova Presidente Provinciale di Coldiretti. Eletta all’unanimità dal neo consiglio direttivo, la Ferrari, originaria di Cremona, ha recuperato l’antico terreno dei nonni a “Costa Paradiso” con un oliveto che domina dall’alto Pontremoli e ha puntato su multifunzionalità e qualità dell’extravergine di oliva declinato anche in prodotti biocosmetici che commercializza attraverso un negozio di vendita al dettaglio nel centro cittadino. Ed è proprio la multifunzionalità l’arma in più dell’agricoltura: “Le nostre aziende – ha spiegato nel suo discorso di insediamento – stanno sempre più puntando alla multifunzionalità sia per necessità sia per scelta imprenditoriale. Noi non possiamo vantare aziende di enormi dimensioni, soprattutto nelle zone montane, ma possiamo dichiarare con orgoglio che si tratta di piccole realtà di eccellenza nei propri settori di produzione”. La Ferrari ha toccato vari punti sensibili: dal progetto di Campagna Amica alle battaglie per la trasparenza e la tracciabilità, all’emergenza ungulati, la certificazione biologica passando per i contributi del Psr che “però presenta non poche criticità l’applicazione di alcune misure funzionali a stabilire la graduatoria delle aziende beneficiarie” fino alle importanti novità introdotte nella legge di bilancio che conferma l’incentivo ai giovani con l’esonero del versamento dei contributi per i nuovi iscritti e l’approvazione del bonus verde che consente di detrarre il 36% delle spese sostenute per la sistemazione del verde privato. “Molto è stato fatto – ha ammesso – ma molto c’è ancora da fare. Noi facciamo il lavoro più nobile del mondo che mai potrà essere delocalizzato. Abbiamo il compito di salvaguardare e tutelare il nostro territorio e svolgiamo una funzione sociale che è insostituibile e sarebbe bene che ogni tanto anche le nostre amministrazioni lo tenessero bene a mente”. Rinnovati anche i componenti del consiglio direttivo formato da: Marco Bonotti, Lorenzo Gianni, Andrea Negrari, Paolo Rossi, Danilo Zingales, Fabrizio Gabrielli, Veronica Bondielli, Giuseppe Tassi, Maria Luisa Quiligotti, Vincenzo Tongiani.

Condividi

Scrivi un commento