La terra del silenzio. Il trasferimento forzato dei cittadini curdi in Turchia

Mehmet Barut è un grande intellettuale curdo, processato e privato della docenza universitaria a causa dell’indagine sociologica condotta con rigoroso metodo scientifico sull’esodo di massa di curdi costretti dal governo turco a lasciare la loro terra, il lavoro, la casa. Il libro racconta la violazione dei diritti a danno della minoranza curda che vive in…



Questo articolo è visibile solo per gli utenti iscritti.
>> Iscriviti gratuitamente per continuare la lettura <<

Condividi

Scrivi un commento