Aulla per tre giorni capitale della cultura in Toscana

Presentato a Firenze il bando del premio internazionale “Thesaurus” ed il festival della letteratura nella città . L’evento si terrà dal 16 al 18 novembre 

Un momento della presentazione dell'iniziativa con il sindaco, al centro, di Aulla Roberto Valettini
Un momento della presentazione dell’iniziativa con il sindaco, al centro, di Aulla Roberto Valettini

Con la pubblicazione del bando in 5 lingue per il premio internazionale di arti letterarie “Thesaurus – La Brunella” si apre ufficialmente il percorso che porterà la città di Aulla al centro della scena culturale toscana. Il 16, il 17 e il 18 novembre prossimi la cittadina lunigianese ospiterà infatti il “Festival della letteratura Thesaurus”, organizzato dal Cenacolo Letterario Internazionale AltreVoci di Milano, in collaborazione con il comune di Aulla, la Camerata dei poeti di Firenze ed il patrocinio di diversi enti ed istituzioni. L’evento, che vedrà il suo culmine con la premiazione dei vincitori, è stato presentato in Consiglio regionale a Firenze da Giacomo Bugliani, consigliere regionale, Roberto Valettini, sindaco di Aulla, Carmelo Consoli, presidente della Camerata dei Poeti di Firenze e socio fondatore del Cenacolo Altrevoci, Rodolfo Vettorello, presidente del Cenacolo Altrevoci di Milano e Marina Pratici, delegata alla Cultura Comune di Aulla. Il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, è passato a salutare gli ospiti e si è congratulato per l’iniziativa che, ha detto, “farà per tre giorni di Aulla la capitale culturale della Toscana”. Bugliani, che insieme a Giani fa parte del Comitato d’onore del premio, ha ricordato che la cittadina lunigianese “sta emergendo nelle politiche culturali e si segnala tra i più attivi territorio, con investimenti di idee e risorse economiche. Il Premio Thesaurus sta acquisendo ormai un’importanza a livello nazionale e oltre i confini, anche per la qualità delle personalità coinvolte”. Il sindaco di Aulla, Roberto Valettini ha segnalato che “proprio perché la città non si è ancora ripresa completamente dall’alluvione del 2011, è importante restituire vitalità culturale e la vicinanza delle istituzioni regionali ci conforta e ci sprona ad andare avanti”. Rodolfo Vettorello e Carmelo Consoli hanno quindi illustrato i dettagli del premio e del bando (il termine per la presentazione degli elaborati poetici e di narrativa è fissato al 10 luglio prossimo) che si articola in più sezioni a tema libero tra narrativa e poesia. Marina Pratici, infine, ha annunciato che “anche se il premio il prossimo anno si sposterà a Matera, nel suo carattere di premio itinerante, il Festival di novembre sarà programmato ad Aulla anche per il 2019”.

Condividi

Scrivi un commento