Auto pirata travolge ed uccide una donna ad Aulla

Incidente mortale ad Aulla nel tardo pomeriggio di lunedì 6 novembre. Una donna di 87 anni, Alice Palmieri, è stata travolta da un auto pirata mentre attraversava la strada assieme alla figlia. Un incidente che ha avuto luogo nel quartiere Gobetti, sulla statale 63 del Cerreto. Dopo il tragico impatto, che ha coinvolto entrambe le donne, l’autista è scappato senza prestare soccorso. Sul posto si sono precipitati i Carabinieri della stazione di Aulla e diverse ambulanze. Purtroppo per l’anziana signora non c’è stato niente da fare mentre la figlia, che ha riportato delle ferite e delle gravi lesioni ma non è in pericolo di vita, è stata trasportata d’urgenza con l’elisoccorso al NOA di Massa. Le sue condizioni per il momento sono stabili. I Carabinieri, anche grazie alla collaborazione di alcuni cittadini che avevano assistito al fatto, sono riusciti a risalire al conducente dell’auto pirata. Si tratta di un ventenne incensurato che risiede in zona. Ora a suo carico pendono gravi accuse: omicidio stradale, lesioni gravissime e omissione di soccorso.   Nella foto di Massimo Pasquali, l’area dell’incidente con l’arrivo dei mezzi di soccorso e delle forze dell’ordine.
Nella foto di Massimo Pasquali, l’area dell’incidente con l’arrivo dei mezzi di soccorso e delle forze dell’ordine.

Incidente mortale ad Aulla nel tardo pomeriggio di lunedì 6 novembre. Una donna di 87 anni, Alice Palmieri, è stata travolta da un auto pirata mentre attraversava la strada assieme alla figlia. Un incidente che ha avuto luogo nel quartiere Gobetti, sulla statale 63 del Cerreto. Dopo il tragico impatto, che ha coinvolto entrambe le donne, l’autista è scappato senza prestare soccorso. Sul posto si sono precipitati i Carabinieri della stazione di Aulla e diverse ambulanze. Purtroppo per l’anziana signora non c’è stato niente da fare mentre la figlia, che ha riportato delle ferite e delle gravi lesioni ma non è in pericolo di vita, è stata trasportata d’urgenza con l’elisoccorso al NOA di Massa. Le sue condizioni per il momento sono stabili. I Carabinieri, anche grazie alla collaborazione di alcuni cittadini che avevano assistito al fatto, sono riusciti a risalire al conducente dell’auto pirata. Si tratta di un ventenne incensurato che risiede in zona. Ora a suo carico pendono gravi accuse: omicidio stradale, lesioni gravissime e omissione di soccorso.

9

Condividi

Scrivi un commento